La Vita è una startup, il coraggio di essere nomadi creativi

seminario con Giustiniano La Vecchia

17 maggio 2018
Versione stampabile

Orario: 14.00 - 16.00
Luogo: Aula 12 - Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale

Programma

Essere nomadi dunque non vuol dire focalizzarsi su una cosa.

I Nomadi sono persone che si identificano in ciò che fanno. Non restano prigionieri. Non sono convenzionali. Il bambino è creativo e libero, ha il tempo e l’universo dalla sua parte e l’Immaginazione infinita. È fondamentale usare questo dono ricevuto per diritto di natura. Più noi siamo connessi e non siamo stanziali, più diventiamo stimolanti per noi e per gli altri.

Essere nomade creativo vuol dire:

  • Dare vantaggio alla comunità.
  • Operare in connessione con altri,
  • Amare confrontarsi e collaborare con altri.
  • Liberare la propria creatività, immaginazione, idee, innovazione.
  • Avere nuovi modelli mentali
  • Avere nuovi modelli educativi
  • Vivere di consapevolezza, frutto della conoscenza e non di convinzioni
  • Non essere interessato al giudizio degli altri
  • Avere la cultura del Dono

Giustiniano La Vecchia

Autore, speaker, intrapreneur e trainer, con un profondo aggiornamento sui metodi emergenti di gestione delle organizzazioni del XXI secolo, sulla base di approcci sistemici, collaborativi e creativi. Specializzato in processi di gestione dell'innovazione, innovazione di business e trasformazione culturale. In contatto con alcuni dei movimenti globali più avanzati sull'evoluzione della società post-industriale. La mia passione è la condivisione del pensiero creativo (immaginazione, idee, innovazione) nelle organizzazioni, dove le persone, con particolare attenzione ai talenti, rappresentano il vero valore.

Organizzazione

Il seminario è tenuto in lingua italiana
Destinatari:  Studenti e laureati dei corsi di studio dell'Università di Trento previa iscrizione on line