Immagine tratta dalla locandina.

Ricerca

IL CORRETTO FUNZIONAMENTO DEI MERCATI

Markups and Misallocations, workshop promosso dal nuovo gruppo di ricerca Empirical Microeconomics Laboratory

25 luglio 2017
Versione stampabile
di Fabio Pieri e Chiara Tomasi
Ricercatori presso il Dipartimento di Economia e Management dell’Università di Trento.

Una riflessione sul corretto funzionamento dei mercati, sia quelli di beni e servizi, sia i mercati dei fattori della produzione, ossia quello del lavoro e del credito, è stata al centro del workshop “Markups and Misallocations”. In particolare, sono stati affrontati due grandi temi. Da una parte, la capacità dei mercati di redistribuire risorse produttive alle attività economiche che meglio riescono ad impiegarle, cioè le imprese più efficienti. Dall’altra, il legame stretto che sussiste tra il comportamento delle singole imprese e la performance aggregata del sistema economico.

Tra i diversi contributi presentati durante il workshop, i lavori di Andrea Linarello (Banca d’Italia) e Chiara Tomasi (Dipartimento di Economia e Management) si sono concentrati sull’economia italiana, focalizzandosi proprio sulla ridotta capacità del nostro sistema economico di “far fluire” le risorse produttive verso le imprese più efficienti. Questi contributi hanno messo in luce sia la rilevanza dell’efficacia allocativa dei mercati per la produttività dell’economia italiana, sia alcune delle cause che possono favorire o frenare la migliore redistribuzione delle risorse, quali le caratteristiche del sistema finanziario e del mercato del lavoro.

Il convegno ha rappresentato anche il primo impegno pubblico del neonato gruppo di ricerca Empirical Microeconomics Laboratory (EMiL), che si è costituito a gennaio di quest’anno con l’obiettivo di condividere competenze e interessi di ricerca che hanno il proprio fattore comune nell’analisi empirica e nell’utilizzo di grandi basi di dati a livello di impresa, settore o individuo. Il gruppo riunisce professori e ricercatori afferenti al Dipartimento di Economia e Management e alla Scuola di Studi Internazionali. Le linee di ricerca coprono sia l’analisi delle caratteristiche e delle strategie delle imprese, che le decisioni di consumo e di partecipazione al mercato del lavoro degli individui. Scopo primario del nuovo team è proprio quello di far interagire tra loro, attraverso collaborazioni tra gli afferenti, questi due ambiti degli studi economici.

Le aree di ricerca attualmente attive sono quattro: le dinamiche industriali e l’analisi della produttività; il rapporto tra performance d’impresa e accesso ai mercati internazionali;  il ruolo dei vincoli finanziari nello spiegare le strategie e le performance d’impresa; le scelte delle famiglie riguardo al consumo e all’offerta di lavoro e gli effetti degli shock economici sul benessere delle stesse.

Dal punto di vista operativo, l’obiettivo del gruppo è quello di promuovere ricerche in campo economico con forte taglio empirico, attraverso la predisposizione di progetti e la partecipazione a bandi nazionali e internazionali per il finanziamento alla ricerca. EMiL si prefigge anche di organizzare annualmente un convegno e un ciclo di seminari che ruotino attorno alle aree tematiche del gruppo. Ci auguriamo che questo workshop sia solo il primo di una serie di eventi e attività di ricerca che EMiL intende promuovere dentro il nostro Ateneo, per poter stimolare un dibattito costruttivo su temi e problematiche economiche rilevanti per la società. 

Martedì 4 luglio 2017 il Dipartimento di Economia e Management dell’Università di Trento ha ospitato un workshop internazionale dal titolo “Markups and Misallocations”, organizzato congiuntamente dallo stesso Dipartimento e dalla Scuola di Studi Internazionali. Il convegno ha visto la partecipazione sia di membri dell’Ateneo, che di ricercatori provenienti dalle Università di Bologna, Amsterdam e Nizza, nonché di economisti della Banca d’Italia.