Neuroscience & Society

Il pensiero artificiale

15 novembre 2016
Versione stampabile

Ore 18:30
Luogo: Aula Magna - Palazzo Istruzione, corso Bettini  84 - Rovereto (Trento)

La serie di incontri Neuroscience&Society intende stimolare una discussione interdisciplinare sulla rilevanza sociale delle neuroscienze, le cui ricerche riflettono e modellano le opinioni e gli atteggiamenti dei cittadini, e sul loro impatto presente e futuro nella nostra vita.

Gli incontri sono organizzati dal Centro Mente/Cervello (CIMeC) dell’Università di Trento, in collaborazione con la Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto. Vedranno la partecipazione di professionisti di varia formazione, su argomenti cari all’opinione pubblica, come quelli riguardanti il rapporto tra gli avanzamenti delle scoperte scientifiche e le ricadute sulla società.

Titolo dell'incontro:

  • Il Pensiero artificiale

Il computer è stato concepito da Turing come un modello meccanico della mente. In seguito allo sviluppo teorico e pratico dell’informatica, soprattutto nel campo dell’Intelligenza Artificiale, oggi le carte si sono invertite e la mente si può considerare come un modello biologico del computer. Più in generale, si può sviluppare un’analogia tra hardware e software da un lato, e corpo e mente dall’altro, che può essere istruttiva e stimolante per entrambi i punti di vista, biologico e informatico.

Relatore:

  • prof. Piergiorgio Odifreddi

Entrata libera.

Info
cimec [at] unitn.it (subject: N%26S%3A%20Odifreddi%2C%2015%20novembre)
www.unitn.it/cimec