In che ruolo giochi?

Lo sport in una prospettiva di genere

1, 8, 20 marzo
Versione stampabile

Luogo: Palazzo di Sociologia, via Verdi, 26 - Trento

Il prossimo evento

20 marzo 2019, ore 17.00, aula 16

“Nello sport, oltre lo sport: genere e cultura paralimpica” 

  • Claudia Cretti, paraciclista, ASD Born to Win
  • Alessandra Campedelli (allenatrice nazionale italiana volley sorde) 
  • Associazione art4sport
  • Rappresentati realtà sportive paralimpiche trentine

Il programma completo

1 marzo 2019, ore 18.00, aula 16

 “Donne e sport: educazione, pregiudizi e stereotipi”

  • Gioia Virgilio, “Coordinatrice del progetto “Donne e Sport” per l’Associazione Orlando e Silvia Lolli, insegnante di educazione fisica e sociologa dello spo curatrici del libro: “Donne e Sport: riflessioni in un’ottica di genere”;
  • Francesca Dragotto, (Università di Roma Tor Vergata, Laboratorio di Grammatica e sessismo) e Stefania Cavagnoli, (Università di Roma Tor Vergata, Laboratorio di Grammatica e sessismo): “Che genere di sport? La prospettiva delle scienze del linguaggio.”

8 marzo 2019, ore 15.30, aula Kessler

 “QuellE che… il calcio: successi, diritti e prospettive”

  • Patrizia Panico, calciatrice e allenatrice della nazionale maschile under 16; 
  • Rappresentanti realtà calcistiche trentine

20 marzo 2019, ore 17.00, aula Kessler 

“Nello sport, oltre lo sport: genere e cultura paralimpica” 

  • Claudia Cretti, paraciclista, ASD Born to Win
  • Alessandra Campedelli (allenatrice nazionale italiana volley sorde) 
  • Associazione art4sport
  • Rappresentati realtà sportive paralimpiche trentine

 

Per informazioni

Alessia Tuselli
Department of Sociology and Social Research
Centre of Interdisciplinary Gender Studies - University of Trento
alessia.tuselli [at] unitn.it