La sicurezza non è uguale per tutti/e. Il ruolo dei CUG universitari

Convegno CUG Università di Trento

11 ottobre 2019
Versione stampabile

Luogo: Palazzo di Economia, via Inama 5, Trento – Sala conferenze.

Donne e uomini si differenziano profondamente nella fisiologia, ma anche nella diagnosi e cura delle patologie. Una prospettiva che non può essere trascurata anche nella valutazione dei rischi nell’ambiente di lavoro, che, in attuazione delle normative in materia, deve tenere conto dei diversi fattori che caratterizzano le persone.

Dare attuazione agli obblighi in tale ambito non rappresenta soltanto un adempimento formale, ma può certamente contribuire a realizzare ambienti di lavoro che favoriscono il benessere delle persone in tutte le sue dimensioni.

Programma:

Ore 10.00 – Saluti istituzionali

  • Barbara Poggio, prorettrice alle Politiche di Equità e Diversità dell’Università di Trento
  • Paolo Macchi, delegato per il supporto alle disabilità e DSA
  • Francesca Bagni Cipriani, consigliera nazionale di parità

Ore 10.40 – Apertura dei lavori

  • Introduce e modera: Patrizia Tomio, presidente Conferenza Nazionale degli Organismi di Parità delle Università italiane

Ore 10.50 – Interventi

  • Elio Borgonovi, Dipartimento di Scienze Sociali e Politiche – Università Bocconi – Milano e Presidente CerRGAS, in rappresentanza del CNUDD
    Soluzioni innovative per l'inclusione in Università e nel mondo del lavoro

  • Giovannella Baggio, Università di Padova, presidente Centro Studi Nazionale su Salute e Medicina di Genere
    Medicina genere-specifica: a che punto siamo in Italia

  • Giovanna Spatari, Dipartimento BIOMORF – Università degli Studi di Messina, presidente della Società Italiana di Medicina del Lavoro
    La valutazione dei rischi nell'ottica delle differenze e il ruolo del medico del lavoro

  • Rita Biancheri, Dipartimento di Scienze Politiche – Università di Pisa
    Salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. Come utilizzare la categoria di genere in prospettiva multidisciplinare

Discussione

Ore 13.10 – Buffet

Ore 14.30 – Ripresa dei lavori

  • Modera: Renata Kodilja, Dipartimento di Lingue e Letterature, Comunicazione, Formazione e Società – Università di Udine e presidente del CUG

Interventi:

  • Stefania Marconi – direttrice provinciale INAIL – sede di Trento
    Infortuni e malattie professionali, quando e dove incide la differenza di genere

  • Alberto Tampieri, Dipartimento di Giurisprudenza – Università di Modena e Reggio Emilia e presidente del CUG
    Sicurezza del lavoro e tutela delle differenze: profili giuridici

  • Chiara Ghislieri, Dipartimento di Psicologia – Università di Torino e presidente del CUG
    Diversità necessaria e bene(essere) comune: le Università come luoghi di inclusione ed equità

Discussione e conclusioni

Ore 16.30 – Chiusura dei lavori

Registrazione

Per la partecipazione al convegno è necessario effettuare l'iscrizione online

La scadenza per l'invio delle registrazioni è stata posticipata al 7 ottobre 2019, ore 9.00.

L’iscrizione è gratuita.

Il convegno è valido ai fini dell’aggiornamento per RSPP e ASPP. 

L'evento viene riconosciuto come attività di formazione per il personale tecnico amministrativo di Ateneo.

Nel form online di iscrizione sarà possibile richiedere l’attestato di partecipazione rilasciato dall’Università di Trento.

Comitato scientifico:

  • Barbara Poggio
  • Patrizia Tomio

Organizzazione:

  • Ufficio Equità e Diversità – Università degli Studi di Trento
  • Conferenza Nazionale degli Organismi di Parità delle Università italiane

Contatti:
equitadiversita [at] unitn.it
cpo [at] unitn.it
tel. +39 0461 281281-1282

Conferenza Nazionale degli Organismi di Parità delle Università italiane     Comitato Unico di Garanzia                Equità & Diversità

Con il patrocinio:

  Conferenza dei Rettori delle Università Italiane                  Ordine degli Ingegneri della provincia di Trento