SuXr: Studenti universitari per i rifugiati

Incontri formativi e informativi con le Associazioni

Dal 16 ottobre al 26 novembre 2019
Versione stampabile

SuXr, da leggersi “super”, è l’acronimo di “studenti universitari per i rifugiati”.

La nuova edizione del Progetto SuXr comincerà nel mese di ottobre. 

Il progetto si inserisce nell’ambito delle azioni che l’Università degli Studi di Trento, in collaborazione con Cinformi e la Provincia autonoma di Trento, ha avviato con il nome “studenti richiedenti asilo in Università”, aventi lo scopo di agevolarne l’inserimento sociale attraverso l’interazione con l’Ateneo e i suoi studenti.

L’obiettivo primario del progetto è la sensibilizzazione degli studenti sul tema dei rifugiati e richiedenti asilo politico.
Parallelamente il progetto mira ad avvicinare gli studenti al mondo del volontariato, anche in un’ottica di comprensione partecipata del fenomeno.
Il progetto si propone inoltre come momento di incontro tra domanda-offerta nel settore del volontariato.

La partecipazione è aperta a tutti gli studenti iscritti all’Università degli Studi di Trento.

Incontri formativi

Il prossimo evento:

  • Martedì 22 ottobre, ore 18:00
    Aula 007 – Palazzo Paolo Prodi, sede del Dipartimento di Lettere e Filosofia
    Il sistema di accoglienza italiano di richiedenti e beneficiari di protezione internazionale
    Simone Penasa, Facoltà di Giurisprudenza

Il programma completo:

  • Martedì 22 ottobre, ore 18:00
    Aula 007 – Palazzo Paolo Prodi, sede del Dipartimento di Lettere e Filosofia
    Il sistema di accoglienza italiano di richiedenti e beneficiari di protezione internazionale
    Simone Penasa, Facoltà di Giurisprudenza
  • Martedì 29 ottobre, ore 18:00
    Aula 005 – Palazzo Paolo Prodi, sede del Dipartimento di Lettere e Filosofia
    Questioni di genere nelle migrazioni forzate
    Ester Gallo, Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale
  • Mercoledì 6 novembre, ore 18:00
    Aula 108 – Palazzo Paolo Prodi, sede del Dipartimento di Lettere e Filosofia
    Geografia in movimento
    Angela Alaimo, SSPG Rovereto
  • Martedì 12 novembre, ore 18:00
    Aula 004 – Palazzo Paolo Prodi, sede del Dipartimento di Lettere e Filosofia
    Repertori e competenze linguistiche di rifugiati
    Patrizia Cordin, Dipartimento di Lettere e Filosofia
  • Mercoledì 20 novembre, ore 17:30
    Aula 108 – Palazzo Paolo Prodi, sede del Dipartimento di Lettere e Filosofia
    Aspetti psicologici nel lavoro con i rifugiati
    Ezio Elasdi, Dipartimento di Psicologia e Scienze Cognitive
  • Martedì 26 novembre, ore 18
    Aula 003 – Palazzo Paolo Prodi, sede del Dipartimento di Lettere e Filosofia
    I rifugiati: una prospettiva storica
    Giuseppe Sciortino, Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale

Al termine degli incontri formativi con docenti di varie discipline, o parallelamente ad essi, lo studente/la studentessa dovrà mettersi autonomamente in contatto con l’associazione/ufficio che ritine più vicino ai propri interessi e iniziare il percorso di volontariato (75 ore da svolgere indicativamente nell’arco di un anno).
Concluse le ore di volontariato, l’associazione/ufficio presso cui si svolge l’attività certificherà il completamento del monte ore e lo comunicherà per l’assegnazione automatica di 3 CFU.

Il tipo di attività dipende dall'associazione/ufficio presso cui si intende svolgere il volontariato. Le singole attività sono elencate nella lista disponibile nella sezione Link Utili.

Associazioni coinvolte:
Centro Astalli TrentoAtas OnlusIl gioco degli specchiAli Aperte; ASD Intrecciante

Contatti:
suxr [at] unitn.it