Dal genoma alla medicina di precisione

Tavoli di dibattito tra cittadini e mondo della ricerca

25 ottobre 2018 e 31 gennaio 2019
Versione stampabile

Il Dipartimento CIBIO, in collaborazione con il Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale e il MUSE (Museo delle Scienze di Trento), propone due appuntamenti dedicati alla medicina di precisione.

La medicina di precisione sta indubbiamente acquisendo una forte rilevanza nel panorama della ricerca nazionale e internazionale. Le opportunità cui sembra aprire nell'ambito della prevenzione, diagnosi e cura sono decisamente notevoli; ad esse si accompagnano, tuttavia, domande e riflessioni riguardo ai relativi rischi e criticità, provenienti sia dai cittadini che dai pazienti, dai ricercatori e dagl stessi medici nonchè dai decisori politici. Diventa prioritario, dunque, coinvolgere in un dibattito e in una riflessione tutti quegli attori sociali direttamente o indirettamente coinvolti dagli sviluppi presenti e futuri della medicina di precisione, così da individuarne potenzialità e criticità e costruire insieme un’agenda programmatica per gestirle e affrontarle nel migliore dei modi.

L’iniziativa nasce in concomitanza con la mostra “GENOMA. Quello che ci rende unici, esposta al MUSE, ed è realizzata nell’ambito del progetto CLaSTer - Come Lavora la Scienza. Dialoghi tra Università e Territorio, finanziato dalla Provincia Autonoma di Trento. Obiettivo dei due appuntamenti è di favorire e creare occasioni di dialogo tra cittadini e pazienti, da un lato, e mondo della ricerca, dall’altro, affinché proprio la ricerca possa raccogliere e accogliere istanze e bisogni provenienti dalla società. Nel corso dei due appuntamenti cittadini, pazienti, ricercatori, clinici e altri soggetti interessati professionalmente alla medicina di precisione saranno chiamati a confrontarsi su questa tematica, non solo per affrontare il bisogno di implementazione di questo nuovo approccio per la cura delle malattie, ma anche per evidenziare le sfide etiche, giuridiche e di sostenibilità’ economica ad essa associate.

Tra gli argomenti che i partecipanti avranno modo di approfondire ci sono, tra l'altro:

  • le prospettive e i limiti della medicina di precisione come futuro approccio alla diagnosi e alla cura delle varie patologie;
  • la salvaguardia del diritto a “non sapere”, sia nel privato, sia nella sfera pubblica e lavorativa;
  • i confini entro i quali mettere a disposizione i dati della ricerca scientifica tutelando la privacy.

Il primo appuntamento di giovedì, 25 ottobre 2018 si incentrerà su un confronto tra cittadini e pazienti. Ai gruppi di lavoro sarà chiesto di individuare una serie di priorità e criticità, che saranno poi presentate, nel corso del successivo appuntamento di giovedì 31 gennaio 2019, a ricercatori e stakeholders (decisori politici, personale medico-sanitario, giornalisti, enti finanziatori e fondazioni).

Programma dei due appuntamenti

Ore 17.00: Introduzione
Ore 18.00: Apertura lavori sui tavoli
Ore 19.00: Sessione plenaria con discussione sui risultati dei tavoli; modalità di condivisione online degli output di ogni tavolo
Ore 20.00: Buffet e continuazione informale della discussione

L'evento si svolgerà presso il MUSE in Corso del Lavoro e della Scienza, 3 a Trento.

Per partecipare all’evento è richiesta l'iscrizione tramite modulo on-line

Per maggiori informazioni, si prega di contattare la dott.ssa ilaria.ampollini [at] unitn.it (Ilaria Ampollini) 

 

Iniziativa rientra nell’ambito del bando “I comunicatori STAR della scienza” della Provincia Autonoma di Trento.