“C’è un intreccio prezioso tra relazione ed educazione e queste, a loro volta, sono strettamente connesse alla cura… La cura risponde a un bisogno essenziale: il bisogno di trovare qualcuno che ci aiuti a divenire quello che possiamo divenire.” (L. Mortari)

Prendersi cura degli altri fa bene anche a sé stessi, non solo agli altri. Ma chi esercita una professione di aiuto, come quella dell’Educatore Professionale, sa che per avere cura delle persone fragili e/o che stanno attraversando momenti di forte difficoltà nella loro esistenza, c’è bisogno anche di un’attenzione verso se stessi, la propria vita e le proprie energie, per poter gestire lo stress, la sofferenza e la fatica che sono connaturate al “prendere in carico” di situazioni difficili, complesse, a volte croniche e disperate.

In una frase: bisogna “aver cura di sé” per poter aiutare gli altri.

E allora viene spontanea una domanda: chi si prende cura di chi cura? Di quali attenzioni, di quale “manutenzione” ha bisogno una persona che è anche un professionista della cura, per potere essere sempre efficace, presente, attento e poter aver cura degli altri? E quali attenzioni devono avere le organizzazioni e i sistemi di cura per preservare questo “capitale” umano, relazionale e di umanità che lavora dentro ai servizi o nei contesti di vita o presso i domicili, al fianco delle persone di cui si prendono cura?

Ne discutiamo con la professoressa Luigina Mortari – docente, filosofa e scrittrice – che ha dedicato molti suoi lavori e ricerche alle relazioni di cura.

L'evento è stato accreditato ECM, ottenendo nr. 8 crediti.

Destinatari

L’evento è rivolto ai Supervisori, Coordinatori, Dirigenti degli enti sede di tirocinio degli studenti in Educazione Professionale; agli Studenti del 3° anno e ai Docenti del Corso di laurea in Educazione Professionale. Sono stati richiesti i crediti ECM per le seguenti figure professionali: Educatori professionali, Terapisti della Riabilitazione, Psicologi, Infermieri.

Relatori

  • Professoressa Luigina Mortari - Docente ordinario di Pedagogia generale e sociale presso il Dipartimento di Scienze Umane dell’Università degli Studi di Verona, filosofa, scrittrice.

  • Dottor Massimo Cirri - Psicologo, scrittore e conduttore radiofonico della trasmissione “Caterpillar” su Radio2

  • Dottori Stefano Bertoldi, Monica Broch, Diego Giacometti, Paola Nicoletta Scarpa, Diego Valentini - Educatori professionali e Tutor di tirocinio del Corso di Laurea in Educazione Professionale dell’Università di Ferrara - sede di Rovereto.

Programma:

8.00-8.30 Registrazione
 
8.30-8.45 Saluti e introduzione
 
8.45-10.15 Dott. Massimo Cirri intervista e discute con la Prof.ssa Luigina Mortari sul tema “La cura di sé come fondamento per poter prendersi cura degli altri”
 
10.15-11.00 Dibattito
 
11.00-11.30 Pausa
 

11.30-12.30 Sessioni parallele in gruppi condotti dai Tutor di Tirocinio del CDL in Educazione professionale: “Quali sono i bisogni formativi emergenti nei servizi sociali e sanitari della Provincia di Trento che possono sostenere gli operatori e chi si prende cura degli altri nel nostro territorio?”

12.30-13.00 Sessione plenaria per restituzione e condivisione

13.00-13.30 Test per iscritti ECM

Comitato Scientifico

Prof. Remo Job e Dott./Dott.ssa Stefano Bertoldi, Monica Broch, Diego Giacometti, Paola Nicoletta Scarpa, Diego Valentini.

Registrazione

La registrazione è obbligatoria per tutti i partecipanti ed è richiesta l’iscrizione online. Le iscrizioni si chiudono al raggiungimento dei 90 iscritti e non oltre il 17/11/2019.

Quota di iscrizione

  • gratuita per i partecipanti che non richiedono i crediti ECM;

  • euro 50,00 per le  categorie professionali, che richiedono i crediti ECM  (Educatori professionali, Terapisti della Riabilitazione, Psicologi, Infermieri.)
    N.B. L'iscrizione con richiesta crediti ECM è gratuita per coloro che operano nelle strutture convenzionate come sedi di tirocinio del Corso di laurea in Educazione professionale.

La quota di iscrizione non è rimborsabile.
Si ricorda che per l’assegnazione dei crediti è richiesto:

  • la partecipazione ad almeno l’90% dei lavori, da certificarsi con rilevamento della presenza in entrata ed uscita tramite firma presso il desk della Segreteria;

  • la compilazione e restituzione del questionario di valutazione consegnato dall’organizzazione;

  • la compilazione e restituzione del questionario di gradimento consegnato dall’organizzazione.

Luogo
Dipartimento di Psicologia e Scienze Cognitive - Palazzo Piomarta - corso Bettini 84 - Rovereto (TN) - Aula Magna, primo piano

Contatti
dottor Stefano Bertoldi – stefano.bertoldi [at] unitn.it
dottoressa Paola Nicoletta Scarpa – paola.scarpa [at] unitn.it