Festival dei diritti - Identità, diritti, doveri

23 maggio, 7 e 8 giugno 2018
Versione stampabile

Tre mezze giornate di convegni dedicati a temi che incidono sulla tutela della dignità delle persone in relazione alla loro identità e al loro orientamento sessuale.
Gli eventi sono ciascuno organizzato autonomamente in partnership con istituzioni ed attori della società civile.
Essi formano un ciclo di riflessione giuridica e sono proposti come eventi indipendenti nei giorni che precedono il Dolomiti Pride di Trento, in programma il 9 giugno 2018.

Mercoledì 23 maggio, pomeriggio

Luogo: Aula Kessler, Palazzo di Sociologia, via Verdi, 26, Trento 

Organizzatori: CGIL del Trentino, FLC del Trentino, UIL Scuola del Trentino, Coordinamento genitori democratici

Diritti e doveri nelle scuole della Repubblica

Da alcuni anni la scuola è al centro di crescenti tensioni. Da sempre ambiente cruciale di formazione delle future cittadine e dei futuri cittadini, con l’affermarsi del crescente impegno lavorativo da parte di entrambi i genitori ha acquisito maggiore centralità formativa. Nei tempi più recenti si registrano voci contrarie all’educazione ad un assetto valoriale fondato sull’inclusione, il rispetto del prossimo, le pari opportunità, la non discriminazione. In particolare, una parte della popolazione obietta all’educazione di genere, sia in senso stretto come pari opportunità professionali, familiari, affettive fra uomo e donna, sia in senso lato come superamento degli stereotipi di genere (machismo ed espressione di genere, orientamenti sessuali, identità di genere). In particolare, taluni genitori rivendicano, anche per il tramite di diffide nutrite di richiami a fonti costituzionali e internazionali, un monopolio sull’educazione e istruzione dei propri figli in ogni questione «eticamente sensibile», esigendo il loro consenso specifico per poter trattare di tali temi nella scuola pubblica.
Questo workshop intende scrutinare la fondatezza di tali pretese e proporre strumenti operativi per garantire che la Repubblica adempia ai propri obblighi di formare il cittadino.

14.30 prima sessione

Diritti e doveri di genitori, figli e istituzioni scolastiche pubbliche nella costituzione e nelle fonti internazionali

  • Prof.ssa Giuditta Matucci, Università di Pavia

Il tema dell'educazione è, oggi più che mai, occasione di confronto, e spesso anche di scontro, fra le famiglie, la scuola e le istituzioni. Significative al proposito sono le aspre polemiche che hanno accompagnato l'introduzione, nella legge cd. della "Buona Scuola", della previsione volta a promuovere l'inserimento nei piani triennali dell'offerta formativa dell'educazione al rispetto della parità tra i sessi e la prevenzione della violenza di genere e di tutte le forme di discriminazione. Il timore che la riforma comportasse la diffusione nelle scuole dell'"ideologia del gender" ha portato i genitori a rivendicare il loro ruolo nell'educazione dei figli. A suffragio di questa tesi si riportano, anzitutto, i documenti internazionali ed europei che garantiscono il diritto dei genitori di educare i figli secondo le loro convinzioni. In realtà, la lettura sistematica delle disposizioni della Costituzione dedicate ai rapporti fra genitori, figli e istituzioni scolastiche, come pure delle fonti internazionali, svelano la centralità della posizione del fanciullo nel percorso educativo e di crescita e l'impegno della Repubblica ad assicurare che lo stesso processo formativo sia condotto nel rispetto dei valori che fondano una società democratica e pluralista.

Le scuole della repubblica e i diritti delle persone

  • Prof. Mario Perini, Università di Siena

Negli anni scorsi si sono avvicendate leggi regionali o provvedimenti amministrativi che intendono intervenire a tutela della famiglia legittima e del diritto dei genitori ad essere informati delle attività di istruzione ed educazione che si realizzazione a scuola. La relazione intende considerare tali atti, inclusi quelli che hanno caratterizzato la Provincia autonoma di Trento, e delimitare i confini di legittimità della discrezionalità politica e della competenza regionale in materia.

Strumenti per garantire i diritti dei minori vulnerabili

  • dott. Alexander Schuster, Università di Verona

Assicurare un’educazione al rispetto del prossimo non è solo legittimo, ma anche doveroso. L’intervento intende offrire prospettive nuove quanto agli strumenti giuridici per esigere che la scuola ponga in essere interventi di contrasto al bullismo e di prevenzione dell’esclusione sociale. Un’indagine sulla giurisprudenza CEDU, sul diritto dell’Unione e sul diritto italiano (in primis legge sulla “buona scuola”) offrirà ipotesi operative per riportare le scuole nel solco della tradizione repubblicana di tutela del pluralismo e dei diritti inviolabili delle persone.

DIBATTITO

16.30 Pausa caffè
16.45 seconda sessione

Coordina: Prof.ssa Giovanna Covi, Centro studi interdisciplinari di genere, Università di Trento

TAVOLA ROTONDA

La tavola rotonda coinvolgerà rappresentanti di docenti, dirigenti scolastici, genitori, studenti e esperti esterni che intervengono nei percorsi formativi (es. educazione alle relazioni di genere) e si propone da una parte di portare testimonianze delle criticità vissute negli istituti scolastici, dall’altra di offrire una reazione alle tesi esposte nella prima sessione.

  • Lucia Cibin, dirigente scolastica I.C. San Vito al Tagliamento M. Hack
  • Giuseppe Santoli, dirigente scolastico I.C. Isera, Rovereto
  • Daniela Vassallo, Famiglie arcobaleno – Gruppo scuola e formazione
  • Giuliano Scarpinato, regista Fa’afafine, CSS Udine
  • Gabriella Tull, insegnante e psicologa progetto Forti e dolci, I.C. San Giovanni, Trieste

DIBATTITO

18.30 Fine

 

Iscrizioni: per e-mail a istruzione.trento [at] outlook.it

I docenti interessati potranno ricevere l'attestato di partecipazione rilasciato dal Coordinamento Genitori Democratici Nazionale APS, ente accreditato con Decreto del MIUR 05/7/2013.

Maggiori informazioni sul Festival dei diritti: Diritti, identità, doveri e gli eventi correlati su http://www.unitn.it/csg/

CGD