Luogo: Sala Kessler del Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale

La ricorrenza delle alluvioni del 4 novembre 1966 offre un’occasione di memoria e di progettualità per il futuro. La comunità degli ingegneri idraulici italiani ha proposto da tempo che il 4 novembre sia istituita la "Giornata della memoria per le vittime delle alluvioni". In questa prospettiva il Comitato Firenze2016, il Consorzio Interuniversitario per l’Idrologia (CINID) e il Gruppo Italiano di Idraulica (GII) propongono un seminario diffuso nella giornata del 4 novembre 2016, ossia una serie di seminari e tavole rotonde coordinati, organizzati in contemporanea in diverse sedi universitarie e di enti di ricerca su tutto il territorio nazionale.

L’evento di Trento, curato dai proff. Riccardo Rigon e Bruno Majone del Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale e Meccanica (DICAM) dell’Università degli Studi di Trento, concentrerà la sua attenzione sul bacino del fiume Adige. Negli ultimi anni infatti, varie iniziative e progetti di ricerca hanno approfondito aspetti idrologici, idraulici, geomorfologici, storici, sociali del bacino, senza che si avesse il tempo di arrivare ad una azione di sintesi. Questo convegno, aperto a tutti i cittadini, è una prima occasione per poterlo fare, rilanciando alcune idee per costruire nuove sinergie tra scienza e società.  
 

Programma

09.00-09.15 
Arrivi 

09.15-09-30 
Saluti Direttore DICAM 

09.30-10.00 
Collegamento streaming con Firenze (interventi Comitato Firenze 2016, #italiasicura, Dip. di Prot. Civ., Consiglio Nazionale degli Ingegneri) 

10.00-10.20 
Riccardo Rigon DICAM UniTN Percezione e realtà nella gestione del fiume Adige mentre il clima cambia 

10.20-10.40 
Guido Zolezzi DICAM UniTN La ricostruzione della dinamica morfologica dell’Adige negli ultimi 250 anni 

10.40-11.00 
Aronne Armanini DICAM UniTN Nuove strategie progettuali per la sistemazione dei torrenti 

11.00-11.15
Coffee break

11.15-11.30  
Giuseppe Fragola e Daniele Rossi Autorità Bacino dell’Adige Gli effetti dell’alluvione sulla pianificazione del bacino dell’Adige 

11.30-11.45  
Fabio de Polo Provincia di Bolzano Gestione integrata del fiume Adige in provincia di Bolzano 

11.45-12.00 
Stefano Fait Provincia di Trento La mitigazione del rischio idrogeologico in Trentino: le carte della pericolosità come primo strumento di prevenzione del rischio alluvionale e torrentizio 

12.00-12.05 
Maddalena Tomasi Libero Professionista Presentazione del Progetto Acqua 

12.05-13.00 
Tavola rotonda: L’applicazione delle direttive acqua e piene nel bacino dell’Adige – Prospettive