La matematica computazionale applicata alla medicina: risposte quantitative a diversi problemi nella pratica clinica

1 giugno 2016
Versione stampabile

Luogo:  Aula A209 - Polo Scientifico e Tecnologico F. Ferrari (Povo1)
Ore 11.00

Relatore: 

  • Christian Vergara (MOX – Dipartimento di Matematica - Politecnico di Milano)

Abstract:
I metodi computazionali permettono di fornire risposte quantitative a molti fenomeni di interesse sociale. In particolare, la loro applicazione all'ambito biomedico costituisce sicuramente una delle più attive aree di ricerca. 
Esempi concreti di risposte che possono essere ottenute mediante tali strumenti sono: il campo di velocità del sangue in distretti arteriosi o nei ventricoli, permettendo di evidenziare regioni con flusso disturbato, turbolento, o con elevati picchi di velocità; gli sforzi esercitati dal sangue alla parete vascolare, permettendo di individuare le regioni maggiormente prone allo sviluppo di aneurismi o placche aterosclerotiche; i tempi di attivazione elettrica del miocardio, permettendo di studiare patologie relative al malfunzionamento della propagazione elettrica ventricolare. 
In questo intervento mostreremo vari esempi di applicazione di metodi computazionali a contesti reali, quali la valvola aortica bicuspide, gli aneurismi addominali, le carotidi stenotiche, il ventricolo sinistro affetto da blocchi di branca, le coronarie in presenza di by-pass aorto-coronarici.

ReferenteGiorgio Rosatti