(ANNULLATO) Stage in azienda: Incontri con i fisici che ora lavorano in azienda

Incontro con i dott. Ilaria Pucher e Giacomo Ciani

11 marzo 2020
Versione stampabile

Luogo: Polo F. Ferrari 1, via Sommarive 5 (Trento) – Aula A211
Ore: 15.00 - 16.00 

Nella quinta sessione di seminari su Stage in azienda ospiteremo la Dr. Ilaria Pucher, una fisica che lavora  per una start up tecnologica, che ci parlerà dell'importanza di fare tirocinio durante il corso di studi e farà conoscere le opportunità nella sua azienda. A seguire interverrà brevemente il Dr. Giacomo Ciani, fisico che ha scelto di intraprendere la carriera accademica. Giacomo e Ilaria rifletteranno insieme sulle differenti prospettive per un/una laureato/a in Fisica e sulle opportunità e criticità delle due carriere a confronto.

La registrazione è obbligatoria qui.

Ilaria Pucher è R&D manager della startup innovativa Green Energy Storage (GES), con sede presso FBK a Povo (Trento). Ha conseguito la laurea triennale in fisica presso l'Università di Trento nel 2010 con tesi sperimentale svolta a University of Florida (USA) nel campo delle onde gravitazionali. Nel 2011 è stata accettata alla graduate school al dipartimento di fisica di University of Florida, dove ha conseguito il dottorato in fisica a dicembre 2016 con una tesi sperimentale dal titolo “Electrodes for water splitting electrolyzer and Li-air batteries”. Nel 2017 Ilaria è rientrata in Italia assumendo la posizione di R&D manager presso GES: una startup innovativa che sviluppa batterie a flusso, dispositivi di accumulo con una fattura simile ad un electrolyzer particolarmente adatti per venire incontro alle esigenze legate all'uso di sorgenti rinnovabili.

Giacomo Ciani è ricercatore presso il Dipartimento di Fisica e Astronomia dell'Università degli Studi di Padova, e titolare di incarico di ricerca presso l'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare. Laureato in fisica presso l'Università di Pisa nel 2004, ha proseguito gli studi presso l'Università di Trento conseguendo nel 2008 il dottorato di ricerca nell'ambito della fisica sperimentale delle onde gravitazionali. Durante gli studi di dottorato e un successivo periodo di post-dottorato ha sviluppato un apparato di misura di alta precisione per la caratterizzazione del sensore inerziale per la missione LISA, un osservatorio spaziale per la rivelazione di onde gravitazionali. Il sensore, sviluppato e qualificato per il volo spaziale anche grazie al suo contributo, è stato il cuore della missione spaziale LISA Pathfinder, che nel 2017 ha dimostrato il più puro volo geodetico mai realizzato artificialmente.