La costituzione entra in carcere

29 maggio 2017
Versione stampabile

Luogo: Sala Fondazione Caritro, Via Calepina 1, Trento
Ore 20.30

Evento di restituzione del progetto “Da cosa partire per integrare? Riflessione sulla Costituzione” realizzato in collaborazione con la Facoltà di Giurisprudenza di Trento.
I protagonisti? Una classe di alunni della casa circondariale di Spini di Gardolo.
Il ciclo di lezioni è iniziato lunedì 6 marzo e ha trattato del diritto alla salute, del principio di eguaglianza, della libertà personale, del lavoro e della libertà religiosa; terminerà con un laboratorio sperimentale, in cui gli studenti dovranno riscrivere una Carta costituzionale ideale, sulla base delle riflessioni emerse, a partire dall’esperienza personale di ciascuno.
Evento accreditato per la formazione permanente di Avvocati e praticanti, riconoscimento 2 CFU sistema Formasfera.

Saluti di rappresentanza:

  • Apas Trento,
  • Casa circondariale di Trento,
  • Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Trento

Modera i lavori:

  • Dott. Aaron Giazzon, assistente sociale presso APAS Trento

Intervengono:

  • I volontari e operatori di APAS che hanno organizzato e partecipato al progetto
  • Prof. Carlo Casonato, ordinario di Diritto Costituzionale comparato, Università di Trento
  • Dott. Franco Corleone, Coordinatore dei Garanti regionali per i diritti dei detenuti
  • Avv. Andrea de Bertolini, Presidente dell’Ordine degli Avvocati di Trento