Teatro Sotterraneo

Sosia a Teatro

5 novembre 2018 - 10 aprile 2019
Versione stampabile

Il prossimo appuntamento:

Mercoledì 12 dicembre 2018 

  • AMPHITRYON di Molière

con Paolo Tamassia
Paolo Tamassia insegna Letteratura francese all’Università di Trento

Letture Emanuele Cerra e Clara Setti

Con il suo Amphitryon, rappresentato per la prima volta a Parigi nel 1668, Molière inizia le sue rivisitazioni plautine che proseguono poi con L’Avaro. I riferimenti alla società aristocratica del tempo – e forse anche all’adulterio di Luigi XIV con la Marchesa di Montespan –, rendono la commedia una briosa satira non priva di risvolti noir sui costumi e le dinamiche del potere della Francia del XVII secolo.

Luogo e orario:

Ore 17.30 (tutti gli eventi)
Gli eventi si svolgono sempre il secondo mercoledì del mese, presso:
Spazio Archeologico Sotterraneo del SAS - Piazza Cesare Battisti - Trento

a cura di Caterina Mordeglia 

Teatro Sotterraneo

La storia del teatro e dei suoi capolavori si snoda nel tempo attraverso riscritture, trasformazioni, percorsi sinuosi. Il Ciclo di incontri Teatro ‘sotterraneo’, attraverso la discussione e la proposta di testi di epoche diverse da parte di docenti del Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università di Trento e di attori della Stagione teatrale del Centro Culturale Santa Chiara, intende ricordare la continuità sostanziale di molti grandi temi o meccanismi della drammaturgia che conduce dal teatro antico alla scrittura contemporanea. 
Il fascino dello spazio archeologico della Tridentum romana che ospita la rassegna, situato nel sottosuolo dello storico Teatro Sociale, rafforza con concreta evidenza questa continuità ‘sotterranea’ tra passato e presente. 

Sosia a Teatro

Sosia, nome proprio dello schiavo inventato da Plauto un paio di secoli prima di Cristo, è il primo personaggio del teatro occidentale costretto a incontrare se stesso. L’esperienza, già conturbante nel testo del poeta latino, ispira variamente scrittori medievali, moderni, contemporanei, virando spesso da toni comici a toni tragici, a rivisitazioni ricche di implicazioni antropologiche e psicanalitiche. Ne dà conto la rassegna, curata da Caterina Mordeglia, della prima serie di Teatro ‘sotterraneo’, sei incontri che conducono dalla prima attestazione del doppio teatrale in Plauto fino alla moltiplicazione contemporanea del portoghese José Saramago, attraverso più di 2000 anni di teatro e letteratura.

Il programma completo:

Lunedì 5 novembre 2018

  • Introduzione alla rassegna

con:

Guido Paduano (Università di Pisa)
Margherita Rubino (Università di Genova)

Letture: Maura Pettorruso

Mercoledì 21 novembre 2018 

  • AMPHYTRUO di Plauto

con Caterina Mordeglia
Caterina Mordeglia insegna Storia del teatro latino all’Università di Trento

Letture: Marta Marchi / Emanuele Cerra

Nota: L'incontro si terrà presso la Sala Anna Proclemer (Spazio ridotto del Teatro Sociale)

Sosia è il servo di Anfitrione, il comandante dell’esercito tebano di cui Giove assume le sembianze per sedurne la moglie inconsapevole. Come il suo padrone, anche lui viene privato della propria identità da Mercurio perché il padre degli déi possa agire indisturbato. Con questo duplice scambio di persona dai risvolti tragicomici, il commediografo latino Plauto manda in scena qui la prima variazione occidentale del tema del doppio e crea il termine ‘sosia’.

Mercoledì 12 dicembre 2018 

  • AMPHITRYON di Molière

con Paolo Tamassia
Paolo Tamassia insegna Letteratura francese all’Università di Trento

Letture Emanuele Cerra e Clara Setti

Con il suo Amphitryon, rappresentato per la prima volta a Parigi nel 1668, Molière inizia le sue rivisitazioni plautine che proseguono poi con L’Avaro. I riferimenti alla società aristocratica del tempo – e forse anche all’adulterio di Luigi XIV con la Marchesa di Montespan –, rendono la commedia una briosa satira non priva di risvolti noir sui costumi e le dinamiche del potere della Francia del XVII secolo.

Mercoledì 16 gennaio 2019 

  • AMPHITRYON di HeinricH von Kleist

con Luca Crescenzi
Luca Crescenzi insegna Letteratura tedesca all’Università di Trento

Letture Maura Pettorruso e Massimo Lazzeri

Stampato a Dresda nel 1807 e fortemente influenzato nel plot da Molière, l’Amphytrion dello scrittore tedesco Heinrich von Kleist rielabora per la prima volta in chiave profonda e a tratti drammatica la vicenda di Anfitrione e Alcmena, vittime, come scriveva Goethe, della “confusione dello spirito”.

Mercoledì 13 febbraio 2019 

  • WILLIAM WILSON di Edgar Allan Poe

con Francesca Di Blasio
Francesca Di Blasio insegna Letteratura inglese all’Università di Trento

Letture Stefano Detassis

La vita del giovane William Wilson, protagonista di questo racconto pubblicato da Edgar Allan Poe nel 1839, si intreccia in maniera ossessiva con quella del suo misterioso omonimo nemico, identico nell’aspetto ma opposto nei comportamenti. Solo quando riuscirà a vincerlo in duello, Wilson scoprirà di trovarsi davanti non all’odiato sosia ma a uno specchio che riflette se stesso. 

Mercoledì 13 marzo 2019 

  • IL SOSIA di Fëdor Dostoevskij

con Adalgisa Mingati
Adalgisa Mingati insegna Lingua e cultura russa all’Università di Trento

Letture Emanuele Cerra

In questo romanzo apparso nel 1846, Fëdor Dostoevskij descrive il progressivo degrado psicologico del protagonista Jakov Goljadkin. A condurlo alla follia sarà il “Goljadkin minore”, suo sosia e antagonista nel quotidiano, che potrebbe essere nient’altro se non la proiezione della sua coscienza.

Mercoledì 10 aprile 2019 

  • O HOMEM DUPLICADO di José Saramago

con Massimo Rizzante
Massimo Rizzante insegna Letterature comparate all’Università di Trento

Letture Stefano Detassis

Il professor Tertuliano Máximo Afonso scopre per caso guardando un film che uno degli attori è fisicamente identico a lui. La storia narrata da Saramago in questo suo romanzo pubblicato nel 2002 descrive l’affannosa ricerca del protagonista per risalire all’identità di questo sosia sconosciuto, che si connoterà di risvolti inquietanti quando i due si troveranno faccia a faccia.

 

Tutti gli incontri sono a INGRESSO LIBERO, fino a esaurimento posti.

Il corso è accreditato quale attività di aggiornamento per il personale insegnante presso la Provincia autonoma di Trento.

Letture:
a cura di Trentino Spettacoli

Organizzazione:
Centro Servizi Culturali S. Chiara
in collaborazione con il Dipartimento di Lettere e Filosofia