We Are Amaya. UniTrento per la libertà accademica

SAR – Attività di advocacy degli studenti di UniTrento in supporto di Amaya Eva Coppens

Dal 7 maggio al 6 giugno 2019
Versione stampabile

L’ateneo trentino ha inaugurato il primo ciclo di seminari di advocacy (marzo - giugno 2019). Le attività prevedono un lavoro di ricerca e supporto a sostegno di accademici e studenti il cui lavoro, studio e libertà di espressione è severamente compromesso. 
Maggiori informazioni sui seminari al link: https://www.unitn.it/academic-freedom

In questo ciclo, gli studenti hanno scelto di lavorare al caso di Amaya Eva Coppens

Amaya Eva Coppens è una studentessa del quinto anno di medicina dell’Università Autonoma del Nicaragua, con sede a Leòn. Amaya è stata arrestata il 10 settembre del 2018, a causa della sua partecipazione ad un movimento di protesta nazionale.
La studentessa è una dei leader del Movimiento Universitario 19 de Abril, che si batte per ottenere delle riforme democratiche, protestando contro le misure di austerità e domandando le dimissioni del presidente Daniel Ortega. Amaya è inoltre la coordinatrice universitaria di CUDJ, Cordinadora Universitaria por la Democracia y Justicia.
Il 18  settembre un tribunale ha accusato Amaya di terrorismo e possesso illegale di armi. La studentessa è stata poi trasferita presso la prigione femminile “La Esperanza”, che si trova vicino a Managua. Il 26 ottobre, un gruppo di 25 guardie ha fatto irruzione all’interno della prigione, picchiando alcune donne. La madre della detenuta, Tamara Zamora, ha riferito di non essere informata sulle condizioni psicofisiche della figlia.
Il 13 novembre, la Commissione Interamericana dei Diritti Umani (IACHR) ha raccomandato la tutela di Amaya e di molte delle donne detenute attraverso l’uso di misure precauzionali (un meccanismo specifico della Corte usato per richiedere agli stati di assicurare la protezione dei diritti umani di individui in serio pericolo). Il processo, rinviato più volte, subirà presumibilmente una svolta entro 90 giorni a seguito della pubblica ammissione di volontà del Presidente Ortega di liberare tutti i prigionieri politici “per riaprire il negoziato per la transizione democratica”.
La situazione rimane tuttavia critica. 

Per ulteriori informazioni su Amaya Eva Coppens si rimanda ai seguenti siti:
Scholars at risk http://salsa4.salsalabs.com/o/50943/p/dia/action4/common/public/?action_KEY=25628 
IACHR: http://www.oas.org/en/iachr/reports/pdfs/Nicaragua2018-en.pdf

Gli studenti porteranno avanti in ateneo campagne di informazione e sensibilizzazione in supporto di Amaya.
Siete tutti invitati a partecipare!  

Calendario delle attività di advocacy

7 maggio 

ore 13.00 - 18.00  Atrio del Palazzo di Sociologia, via Verdi 26
ore 13.00 - 18.00  Palazzo di Giurisprudenza, via Verdi 53

  • Raccolta firme a favore della liberazione di Amaya E. Coppens

8 maggio 

ore 8.30 - 12.00  Polo Ferrari 1, via Sommarive 5

  • Raccolta firme a favore della liberazione di Amaya E. Coppens

9 maggio

ore 18.00 - 20.00  Cortile Interno del Palazzo di Sociologia, via Verdi 53

  • Aperitivo Sangria a Sociologia
  • Raccolta firme a favore della liberazione di Amaya E. Coppens

21 maggio

ore 10.30 - 11.00  Rettorato, Palazzo Sardagna, via Calepina 14

  • Gli studenti iscritti al Seminario "Advocacy on Academic Freedom" incontrano il Rettore Paolo Collini per presentare il caso di Amaya E. Coppens e richiedere la sottoscrizione della petizione a favore della liberazione della studentessa

ore 13.30 - 18.00 Atrio del Palazzo di Economia, via Inama 5
ore 13.30 - 18.00  Atrio del Palazzo Paolo Prodi, via T. Gar 14

  • Raccolta firme a favore della liberazione di Amaya E. Coppens

6 giugno

10.30 - 12.30  aula B, Università di Padova- SPGI, via del Santo 28 Padova  (1° piano)

  • Presentazione da parte degli studenti del seminario "We are Amaya. Unitrento per la libertà accademica"

19 - 21 settembre

Convegno CUCS 2019 - Palazzo Paolo Prodi, via T. Gar 14

  • Presentazione da parte degli studenti della campagna di advocacy "We are Amaya. Unitrento per la libertà accademica"

Promotori

Pietro Carra, Ion Foltea, Francesca Ongaro, Federica Tagliavini, Clelia Zardini (Università di Trento)

Coordinamento 

Ester Gallo (Università di Trento)

Contatti

ester.gallo [at] unitn.it
scholarsatrisk [at] unitn.it

 

Progetto grafico di Emiliano Fanti

A cura dello staff per la comunicazione - Polo di Città