Venerdì, 3 luglio 2015

La delegazione governativa del Sichuan (Cina) in visita ad UniTrento

Obiettivo dell’incontro, rafforzare la visibilità dell’ateneo trentino in Cina

Versione stampabile

Messaggio di errore

An unexpected error occurred while connecting to the Alfresco repository. Please contact the server administrator for assistance.

Giovedì 2 luglio si è svolta la visita della delegazione governativa della provincia cinese del Sichuan alla sede del rettorato dell’Università di Trento. 

La delegazione, composta tra gli altri da Cao Daixue e Ge Xiaopeng (rispettivamente vice segretario generale e capo dell’Ufficio generale del governo popolare del Sichuan) ha incontrato il rettore Paolo Collini e il prorettore allo sviluppo internazionale Maurizio Marchese

Al centro delle discussioni, le importanti opportunità offerte dalla collaborazione tra un ateneo a forte vocazione internazionale, qual è quello trentino, e una provincia, come quella del Sichuan, che ospita sul proprio territorio 94 tra università e collegi e oltre un milione di studenti. 

«Favorire la mobilità degli iscritti al nostro ateneo, dando loro la possibilità di venire in contatto con realtà dalle notevoli prospettive di sviluppo economico e commerciale è uno degli obiettivi che come rettore ho deciso di perseguire» ha dichiarato Collini, sottolineando anche l’impegno dell’Università di Trento nel potenziare corsi di studio che siano attrattivi per i giovani provenienti da tutto il mondo. 
  
L’incontro consolida la cooperazione tra il Sichuan e le istituzioni economiche e culturali del Trentino, avviata più di un anno fa con  la firma del protocollo di co-marketing turistico tra la Provincia di Trento e i vertici dell’Agenzia governativa per la promozione turistica cinese e rafforzata nel gennaio scorso con l’avvio di un confronto sulle opportunità di cooperazione nel campo degli investimenti. 

Quello del Sichuan è un contesto commerciale fortemente interessato al made in Italy: il sistema imprenditoriale trentino punta dunque ad un ruolo di first entrant in uno dei mercati in maggiore espansione a livello mondiale, con una crescita del PIL annua che si aggira, negli ultimi anni, intorno al 15%.