Giovedì, 30 aprile 2020

Riapertura del servizio di prestito in sede delle biblioteche di ateneo

Dal 18 maggio 2020 per utenti UniTrento

Versione stampabile
Da lunedì 18 maggio le biblioteche di ateneo di Trento riaprono, per tutti gli utenti UniTrento, il servizio di prestito libri e consultazione riviste.
Le sale studio rimangono chiuse e non sarà consentita la lettura in sede.
Gli studenti laureandi e i dottorandi residenti fuori dal comune di Trento possono richiedere l'invio a domicilio di volumi e articoli di periodici (complessivamente non più di 4 a testa).
 
Orari di apertura
 
BUC:  lun.-ven. ore 8.00-18.45
Gli utenti sono invitati a richiedere tutti i volumi di monografie e periodici (anche quelli a scaffale aperto) tramite il modulo online.
Da martedì 5 sarà aperto anche l'Ufficio prestito interbibliotecario con orario 9.00-14.00
 
Biblioteca Scienze: lun.-ven. ore 9.00-14.45  
Si raccomanda di richiedere preventivamente le opere tramite email: BibliotecaScienze [at] unitn.it (subject: BibliotecaScienze%40unitn.it)

 
Biblioteca Ingegneria: lun.-ven. ore 9.00-14.45
Si raccomanda di richiedere preventivamente le opere tramite email: BibliotecaIngegneria [at] unitn.it.
 
Biblioteca di Scienze cognitive: lun.-ven. ore 8.30-13.00
Le opere devono essere richieste tramite email: BibliotecaScienzecognitive [at] unitn.it.
La consegna avviene all'ingresso di Corso Bettini 47 della biblioteca.
 
L'ingresso nelle biblioteche è consentito solo con mascherina e guanti ad un numero limitato di utenti contemporaneamente e per una durata massma di 15 minuti.
Si raccomanda di controllare l'effettiva disponibilità a catalogo dell'opera desiderata tenendo conto che tutti i libri restituiti, compresi i tesi per esame, saranno sottoposti a quarantena precauzionale di tre giorni.
L'utilizzo di fotocopiatrici e stampanti sarà limitato a 15 minuti a persona ed esclusivamente per copia di materiale presente in biblioteca nel rispetto del limite previsto dal diritto d'autore.
Non saranno disponibili i quotidiani cartacei.
L'accesso alle biblioteche deve avvenire nel rispetto delle limitazioni agli spostamenti ancora in vigore.