Mercoledì, 1 luglio 2020

Linee Guida per la mobilità internazionale in uscita nell’a.a. 2020/2021

Versione stampabile
Considerata la particolare situazione provocata dalla diffusione della pandemia Covid-19, gli/le studenti/sse di UniTrento risultati/e idonei/e per una mobilità in uscita per il primo semestre dell’a.a. 2020/21 potranno scegliere di:
 

- spostare la mobilità al secondo semestre, purché compatibile con il proprio percorso di studio, con l'offerta didattica e le disposizioni di accoglienza dell’ateneo/ente ospitante;

- svolgere regolarmente la mobilità nel primo semestre, purché compatibile con le disposizioni di accoglienza dell’ateneo/ente ospitante e nel rispetto delle norme per la prevenzione e la gestione della situazione di emergenza da Covid-19 previste dal singolo Paese di destinazione. Gli/le studenti/sse devono essere consapevoli che potrebbero andare incontro ad eventuali periodi di quarantena previsti dal Paese ospitante e a possibili interruzioni/cancellazioni dei mezzi di trasporto per far rientro in Italia. Per questo motivo si impegnano a siglare un’assicurazione viaggio che copra da questa eventualità e di un’assicurazione sanitaria che copra anche per eventuali cure o ricoveri causa pandemia. Non sarà previsto il rimborso di eventuali costi aggiuntivi per interruzioni del periodo di mobilità;

- intraprendere il periodo di mobilità in modalità virtuale direttamente dall’Italia o dal proprio domicilio, purché compatibile con l’organizzazione didattica/lavorativa dell’ateneo/ente ospitante. In questo caso non sarà prevista l’erogazione della borsa di studio per la mobilità in quanto intesa quale contributo alle spese di viaggio e permanenza presso il Paese estero. Sarà garantito il riconoscimento in carriera dell'attività svolta all'estero e sarà possibile frequentare contemporaneamente anche gli insegnamenti offerti da UniTrento. In caso di tirocinio, lo svolgimento dello stesso in modalità smart working andrà preventivamente valutato e autorizzato dal tutor accademico.
Per quanto riguarda il programma Erasmus+, la mobilità potrà essere avviata in modalità virtuale ma dovrà essere pianificata considerando il suo completamento con un periodo di attività in presenza all’estero (mobilità fisica), laddove l’evolversi dello stato dell’emergenza lo consenta. La borsa di studio sarà prevista solo per i giorni effettivi di mobilità svolti in presenza. Nel caso in cui il perdurare delle restrizioni dovute all’emergenza epidemiologica non consenta di completare la mobilità con un periodo di attività fisica all’estero, sarà ritenuto eleggibile anche un intero periodo di mobilità virtuale.
 
Si raccomanda di verificare, prima della partenza, eventuali restrizioni all’ingresso in vigore nel Paese in cui ci si vuole recare. Tali informazioni sono disponibili sulle Schede Paese di Viaggiare Sicuri e sui siti web delle Ambasciate e/o dei Consolati italiani dei Paesi di interesse.
Particolare attenzione va posta alle disposizioni delle università ospitanti e alle raccomandazioni emesse dall'Organizzazione Mondiale della Sanità in merito a viaggi e comportamenti sicuri.
 
Linee guida valide per tutti i programmi di mobilità internazionale attivi presso UniTrento: Accordi Bilaterali, Doppia Laurea, Erasmus+ ambito europeo, Ricerca tesi, Ricerca dottorato e Tirocinio all’estero.