Speed mentoring, foto di gruppo. Foto archivio Ufficio Job Guidance dell'Università di Trento.

Orientamento

SPEED MENTORING: A TU PER TU CON LA SELEZIONE

Imparare ad affrontare un colloquio di lavoro grazie all’esperienza di ex studenti e studentesse

9 agosto 2018
Versione stampabile
di Pietro Bianchini
Lavora presso l’Ufficio Job Guidance dell’Università di Trento.

Come ufficio Job Guidance organizziamo periodicamente iniziative per aiutare chi sceglie la nostra Università ad entrare nel mercato del lavoro. Tra queste, lo scorso maggio, si è tenuto, presso gli spazi del Collegio Bernardo Clesio, l’evento “Speed Mentoring: a tu per tu con la selezione”, che ha interessato un piccolo gruppo di studenti e studentesse, fortemente motivati a mettersi in gioco e provenienti da Dipartimenti e Corsi di studio differenti. A caratterizzare Speed mentoring sono state le formatrici ovvero tre ex studentesse dell’Università di Trento: Linda, Manuela e Serena,  rispettivamente laureate in Società, Politica e Istituzioni Europee, in Lingue e Letterature Straniere e in Lettere, che attualmente lavorano nel campo delle risorse umane e della selezione presso tre diverse Agenzie per il lavoro multinazionali. Linda, Manuela e Serena hanno messo a disposizione esperienza e competenza su come meglio affrontare i colloqui di lavoro. 

Come prima cosa ogni partecipante è stato invitato a fare una breve presentazione del proprio percorso formativo e professionale e, successivamente, è stato simulato un breve colloquio di selezione al termine del quale ha ricevuto feedback sulle proprie modalità comunicative e spunti per la costruzione di un personale percorso professionale. La giornata si è conclusa con un piccolo aperitivo che ha dato modo ai partecipanti di confrontare le proprie esperienze con gli altri membri del gruppo. 

A fine Speed mentoring abbiamo raccolto alcune testimonianze.

 “Mi ha spinto a candidarmi allo Speed mentoring la possibilità di raccontare me stesso di fronte a recruiter professioniste” ci ha detto Davide, studente del corso di laurea magistrale in Ingegneria dell'Informazione e delle Comunicazioni. “Ritengo che saper far apprezzare il proprio lavoro e la propria storia sia un valore aggiunto che valga la pena coltivare e questo incontro mi ha permesso di provare ad affinare questa capacità. È stato stimolante e in parte divertente rispondere a domande che non siano quelle canoniche. Adesso sono molto più consapevole di come poter raccontare la mia storia in generale e di quali siano gli aspetti che risultano più interessanti o da sottolineare quando parlo di me stesso. Non è facile condensare anni, scelte ed esperienze in pochi minuti e farlo in modo efficace. Raccontarmi mi ha permesso di affinare e correggere il modo in cui elaboro la mia storia e capire quali siano i miei punti di forza.”
 
Sara, studentessa del corso di laurea magistrale in International Management: “Ho apprezzato particolarmente il modo in cui l’evento è stato impostato. È stato utilissimo poter parlare con tutte e tre le formatrici singolarmente; inoltre la scelta di far attendere gli altri studenti assieme ci ha consentito di conoscerci e fare rete. Sono sicura che se dovessi affrontare un colloquio domani per la mia azienda dei sogni mi sentirei molto più preparata. Inoltre mi ha dato l’opportunità di conoscere persone (gli altri “candidati”) interessanti e stimolanti.
 
“E’ stata un’esperienza davvero utile. Il confronto con le alumnae mi ha fatto comprendere quanto sia importante conoscere i propri punti di forza ma anche di debolezza, per riuscire a valorizzare i primi ed essere in grado di  gestire i secondi. Il mercato del lavoro odierno richiede molte competenze e per una stessa posizione ci sono molti individui che competono: questi eventi possono rappresentare una chiave per comprendere meglio come affrontare un colloquio e non presentarsi del tutto impreparati”. Giulia, studentessa del corso di laurea magistrale in Gestione delle organizzazioni e del territorio..