©olly | fotolia.com

Orientamento

LIBERA CIRCOLAZIONE: 50 EURO L’ANNO E VAI DOVE VUOI

La convenzione per gli studenti UniTrento per spostarsi in Trentino con tutti i mezzi di trasporto pubblico

10 dicembre 2018
Versione stampabile
di Anna Francesca Morsoletto
Studentessa della Facoltà di Giurisprudenza, collabora con la redazione di UNITRENTOMAG.

Il progetto Libera circolazione è un’iniziativa promossa dall’Università di Trento che permette a tutti i suoi studenti e dottorandi di utilizzare mezzi pubblici per spostarsi in tutto il territorio della provincia di Trento. Abbonarsi è molto facile, basta essere immatricolato o aver rinnovato l’iscrizione all’Università di Trento, e compilare la domanda di adesione alla convenzione. Dopo aver pagato la quota di soli 50 euro nei modi indicati dalla procedura onlie, basterà aspettare il messaggio di attivazione via e-mail.

L’abbonamento ha una validità di 12 mesi (dal 1° settembre al 31 agosto) e include tutti i gli spostamenti in autobus, treno, funivia e corriera che hanno origine e destinazione all’interno della provincia di Trento. Inoltre, potrà essere utilizzato su tratte percorse da corriere extraurbane su linee gestite da Trentino trasporti esercizio anche quando escono dai confini territoriali, ad esempio linea Fiera Feltre. Per i viaggi in treno con origine o destinazione fuori dalla provincia invece, l’abbonamento sarà valido solo per la tratta compresa nel territorio trentino. Maggiori informazioni si possono trovare sulla pagina di Infostudenti dedicata.

Ma cosa ne pensano gli studenti che hanno già usufruito di questa convenzione? Jessica studia Ingegneria informatica a Povo e ha deciso di aderire a Libera circolazione perché deve usare l’autobus tutti i giorni per andare a lezione. “Quando ho scoperto che potevo spostarmi in autobus per un anno intero a soli 50 euro non ho esitato un attimo! Oltre ad essere molto economico, questo abbonamento è anche molto comodo. Grazie all’uso dell’applicazione Openmove su cui è registrato il mio abbonamento, non ho bisogno di alcuna smartcard e posso fare tutto tramite cellulare cercando i QR code presenti in ogni autobus.”

Alessio invece è uno studente del C3A – Centro Agricoltura Alimenti Ambiente di San Michele all’Adige e per andare a lezione deve prendere il treno. “Uso Libera circolazione ogni mattina per raggiungere la mia facoltà, ma mi è utilissimo anche per delle gite fuori porta durante il weekend. Amo la natura e grazie a questo abbonamento ho visitato molti posti che altrimenti non avrei potuto raggiungere a piedi o in biciletta.”