Credits: #83554697 | @corund, fotolia.com

Vita universitaria

LIBRI ELETTRONICI E PRESTITO DIGITALE

Nuove opportunità offerte dal Sistema Bibliotecario di Ateneo

11 settembre 2015
Versione stampabile
di Monica Agostini
Referente per la comunicazione del Sistema Bibliotecario di Ateneo dell’Università di Trento.

Da ormai alcuni anni il Sistema Bibliotecario di Ateneo mette a disposizione dei propri utenti numerosi libri elettronici che, al pari dei libri tradizionali, sono ricercabili attraverso i cataloghi della biblioteca, consultabili e, in alcuni casi, possono anche essere presi a prestito. Tali libri contribuiscono notevolmente ad arricchire il patrimonio della biblioteca e a diversificare l’offerta, fornendo a chi studia e fa ricerca la possibilità di servirsi anche di strumenti di rapido reperimento e veloce accessibilità. 

Gli e-books della biblioteca, di solito la versione digitale di libri già usciti in formato cartaceo, sono normalmente organizzati in collezioni: alcune sono legate ad una singola disciplina, come le raccolte giuridiche, altre raggruppano libri di un unico editore, altre ancora sono molto più eterogenee e raccolgono materiale di editori e discipline diversi. 
In molti casi i libri elettronici acquistati dalla biblioteca rimangono nel tempo a disposizione dell’utente; altre volte, invece, per alcune collezioni non viene rinnovato l’abbonamento e si perde l’opportunità di consultare il materiale accessibile in precedenza. Periodicamente è anche possibile accedere a una raccolta di e-books per un tempo limitato: si tratta del mese di prova gratuito che la biblioteca, anche su richiesta degli utenti, chiede all’editore per dare la possibilità a chi utilizza questo tipo di risorse di conoscere nuove raccolte e valutarle direttamente. 

Gli e-books sono ricercabili sul sito della biblioteca, utilizzando il Catalogo dei libri elettronici o il Discovery. L’accesso al testo completo può avvenire, per gli utenti interni all’università (studenti, dottorandi, docenti, personale tecnico amministrativo ecc.), anche da fuori rete di Ateneo, ad esempio da casa. Generalmente il salvataggio, la stampa e, in alcuni casi, l’invio per posta elettronica sono possibili, ma limitatamente ad alcune sezioni o capitoli. Anche l’accesso contemporaneo ad una stessa collezione è soggetto a restrizioni, come stabilito dalle singole licenze. 

Uno degli aspetti più interessanti di alcune collezioni, in particolare EBSCO, Ebrary e MediaLibraryOnline, è l’attivazione del servizio di prestito digitale. Ciò, rispetto alla normale consultazione online, offre il vantaggio di poter trasferire il libro su un dispositivo più adeguato alla lettura, come ad esempio un lettore e-book, e di poterlo consultare, per il periodo del prestito, senza necessità di una connessione Internet e senza il rischio di non poter accedere alla piattaforma per troppi utenti contemporanei.
Il prestito, regolato da un procedimento basato sul DRM (Digital Rights Management) di Adobe che alla scadenza disabilita dal dispositivo dell’utente la possibilità di lettura, è generalmente concesso per un periodo che varia dai sette ai quattordici giorni, a seconda delle politiche degli editori. Non serve particolare destrezza informatica per poter utilizzare il servizio: è sufficiente infatti crearsi un account su Adobe, uno sulla piattaforma e installare sul proprio dispositivo il software Adobe Digital edition, scaricabile gratuitamente. Nel caso di MediaLibrary la registrazione è possibile con l’account fornito, su richiesta, dalla biblioteca.

Ulteriori informazioni e chiarimenti sono disponibili sul sito del Sistema Bibliotecario di Ateneo o scrivendo all’indirizzo monografie [at] unitn.it.